ENOGASTRONOMIA

Una cucina quella Abruzzese che ha molte anime, per la varietà del territorio e delle culture che in essa convivono.

C’è l’evoluzione della cucina agropastorale, quella dei contadini e dei pastori “poveri” delle zone montane e pedemontane, fatta di piatti semplici e saporiti, di carni ovine, zuppe, minestre, formaggi ed erbe aromatiche e quella colta e “borghese di Teramo, capace di valorizzare sapori primari con preparazioni più complesse: timballo di scrippelle, “mazzarelle”, virtù. E poi la cucina marinara che lungo i centotrenta chilometri di costa declina la varietà del pescato con semplicità e sapore, sposando il patrimonio di ortaggi e verdure delle colline a ridosso della costa.

Accanto ai piatti della propria cucina l’Abruzzo propone una scelta di prodotti tipici tanto raffinati quanto inconsueti, al pari dei suoi vini e dei suoi oli, apprezzati dagli intenditori di tutto il mondo, oggetto di numerosi premi e riconoscimenti internazionali.

Un meraviglioso viaggio nel gusto che saprà catturare e far innamorare anche i palati più esigenti.

Tratto da “quaderni del Turismo” Carsa Edizioni per Regione Abruzzo