CANTINA RIPA TEATINA CHIETI

  • 0 favorites
  • 181

Nata nel 1969 come associazione cooperativa tra alcuni viticoltori, la Cantina conta oggi circa 500 soci, che coltivano ca. 1000 ettari di vigneti, compresi in tutte le zone di origine controllata del territorio chietino, nei comuni di Ripa Teatina, Francavilla al Mare, Bucchianico e Chieti.

Le colline dove crescono i vigneti hanno un terreno particolare, fondali marini emersi che presentano una composizione equilibrata tra sabbia e argilla. Allo stesso tempo sono ricchi di calcio il quale conferisce una particolare consistenza alla buccia dell’uva. Tutti questi elementi sommati alla vicinanza del mare garantiscono caratteristiche organolettiche favolose come gli intensi profumi, la ricchezza di zuccheri naturali e i colori intensi delle varietà a bacca rossa. Nei vini bianchi si apprezzano gli aromi, la freschezza e la persistenza dei profumi.

Negli ultimi anni l’impegno e la cura prestati nella coltivazione e nell’attenta vinificazione, legate alle tradizioni del territorio e aperte al tempo stesso alle innovazioni tecnologiche, hanno portato la Cantina ad un livello qualitativo molto alto. Il frutto del lavoro, della passione e dell’amore che i produttori infondono nella coltivazione dei propri vigneti e la continuità delle tradizioni di raccolta manuale, vengono affiancate al lavoro con un impianto tecnologicamente avanzato. Il meritato riconoscimento ottenuto in concorsi enologici sono un vanto per il nostro lavoro che mira continuamente al miglioramento della produzione e della qualità.

La presenza della vite nel territorio affonda le sue origini lontano nel tempo, e la qualità del vino di Ripa ha sedotto e seduce tutt’ora una vasta clientela italiana ed estera.

Cantina Ripa Teatina detiene numerosi marchi esclusivi, che raggruppano nella stessa linea varie qualità di vini Doc, Igt e da tavola, tutti con caratteristiche in linea con i severi disciplinari di produzione previsti dalle normative vigenti, tutti i vini sono al passo con le tendenze evolutive di mercato e le richieste enogastronomiche.