Le Grotte di Stiffe costituiscono la parte terminale del percorso di un fiume sotterraneo alimentato dagli inghiottitoi carsici presenti sull’Altopiano delle Rocche.

Nel corso dei millenni la violenza delle acque ha modellato un percorso selvaggio dove rapidi e cascate sfiorano stalattiti e stalagmiti generando uno spettacolo naturale di straordinaria bellezza.

Le acque dopo aver attraversato la montagna risorgono nei pressi del borgo medievale di Stiffe e attraverso una profonda forra raggiungono la valle dell’Aterno.

Il percorso turistico interno è unico nel suo genere e permette anche ai meno esperti di visitare la parte attiva del complesso carsico.

La grotta è stata esplorata da esperti speleologi fino 2900 metri dall’ingresso. La visita guidata si effettua solo sui primi 700 metri attraverso un sentiero attrezzato con passerelle metalliche.