Le sorgenti tra Capestrano, Ofena e il versante sud-orientale del Gran Sasso danno vita al Tirino, uno dei fiumi più limpidi e puliti d’Europa.

Il Tirino nasce dalle spettacolari risorgive di Capo d’Acqua e Presciano, e si dirige verso sud-est, in direzione della confluenza nell’Aterno- Pescara, delle gole di Popoli e dell’Adriatico, affiancato da vasti canneti e da alberi rari come il salice cinerino.

La valle del Tirino è ben nota ad altri amici della natura. Un posto incantevole dove potersi rilassarsi ed ammirare la lussureggiante vegetazione che costeggia il fiume. Chi preferisce il birdwatching può osservare la gallinella d’acqua, il porciglione e il martin pescatore, tutte specie nidificanti che si possono osservare tutto l’anno, e i tuffetti, le folaghe, le anatre e gli aironi che sostano accanto al Tirino solamente nei freddi mesi dell’inverno, quando il clima accanto alle acque è nettamente più mite di quello delle vette e degli altipiani innevati.

Assolutamente da provare l’escursione in Canoa organizzato dalla cooperativa “Il Bosso”  che da località  San Martino nel Comune di Capestrano vi guiderà per circa due ore e mazza in un meraviglioso itinerario  sul fiume, il miglior modo per rilassare corpo e mente e godere del patrimonio naturalistico della Valle del Tirino.

Le strade sterrate che corrono accanto al fiume si prestano a itinerari in bicicletta o a cavallo

Da visitare, nelle vicinanze, la meravigliosa chiesa di San Pietro ad Oratorium (per visitare l’interno occorre rivolgersi in anticipo al custode o al Comune di Capestrano) e d il suggestivo borgo di Capestrano)

 

Tratto da Meraviglie Sconosciute dei Parchi d’Abruzzo – Ed. Carsa