LA LEGGENDA DEL PESCE LUMINOSO

Un contadino, molto povero, un giorno fu fermato da un uomo, il quale decise di fargli un regalo: il contadino ricevette dallo sconosciuto 100 ducati. Una grande ricchezza per il contadino, che mai aveva goduto di tanti denari. Decise di nascondere i soldi sotto il letame, convinto che mai nessuno li avrebbe trovati. La mattina seguente, andò a controllare la sua ricchezza, ma scoprì che la moglie aveva appena venduto tutto il letame. La disperazione del povero uomo fu totale. Decise di andare a fare una lunga passeggiata in solitudine, per calmarsi. Durante questa sua passeggiata incontrò un uomo misterioso, il quale diede al contadino altri 100 ducati. Incredulo, ma felicissimo, il contadino torna a casa di corsa e nasconde questa volta i denari sotto la cenere. Cosa successe? La moglie pensando di vendere solo della cenere, fece nuovamente scomparire i 100 ducati che il contadino aveva nascosto. Il pover’uomo, sconsolato e triste, si reca nuovamente a passeggio nel bosco, dove incontra ancora una volta il misterioso uomo. Questa volta, però, nessuno scudo, oro o altra pietra preziosa in regalo, ma solo un sacchetto con 24 rane. Il contadino ringraziò e riprese la via di casa. Non sapendo proprio cosa farsene, decise di barattare le rane per un bel pesce. La notte lo lascia fuori dalla porta ad essiccare e si addormenta. Una tempesta innaturale si scatenò quella notte. La mattina seguente, un bel gruppo di pescatori giunse sulla porta di casa del contadino: tutti portavano dei doni e l’uomo proprio non riusciva a capire il perché. I pescatori dissero che il pesce che aveva appeso dinanzi alla porta li aveva salvati, poiché illuminandosi (la casa del contadino si affacciava proprio sul mare) fece da loro guida per ritornare sulle sponde più sicure durante la tempesta. I tantissimi doni che i pescatori portarono al contadino servivano proprio per ringraziarlo: se non avesse appeso il pesce luminoso fuori la porta, sarebbero morti tra le alte onde.

ISCRIVITI